Aspettando Rendez-Vous: “La bataille de Solférino” di J. Triet

RENDEZ-VOUS, NUOVO CINEMA FRANCESE è il festival dedicato alla scoperta del nuovo cinema d’Oltralpe. Questa edizione 2017 toccherà Roma dal 5 al 9 Aprile 2017 per poi spostarsi a Napoli, Palermo, Bologna, Torino, Firenze, Milano. 

Si tratta di un'iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, la manifestazione è realizzata dall’Institut français Italia, coorganizzata con UniFrance, in collaborazione con l’Institut français Centre Saint-Louis e l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici. Il responsabile del progetto è Dragoslav Zachariev, la direzione artistica affidata a Vanessa Tonnini.

Il Kino ha deciso di dedicare al festival la rassegna "Aspettando Rendez-Vous", un insieme di sei serate dove verrano proiettati alcuni dei film protagonisti dell'iniziativa, tutti in lingua originale sottotitolati. Un viaggio che condurrà lo spettatore attraverso le storie e i volti del cinema francese contemporaneo, figure esordienti come Justine Triet, Emmanuel FinkielRebecca Zlotowski

Il programma delle serate: 

Giovedì 30 Marzo: 
21.30 La bataille de Solférino – J.Triet (Fra, 2013.94')

Venerdì 31 Marzo: 
21.30 Grand Central – R.Zlotowsky (Fra, 2013. 94')

Sabato 1 Aprile: 
21.30 Je ne suis pas un salaud – E.Finkiel (Fra, 2016.110')

Domenica 2 Aprile: 
20.30 Libri. Il Brady – J.Thorens (Interverranno Dario Argento e Emiliano Morreale 
a seguire "Passeurs de rêves – Un voyage dans les cinémas indépendents de Paris" (Silvia Angrisani e Lorenzo Cioffi Pauline)
21.30  Passeurs de reves –  L.Cioffi e S.Angrisani. (Fra, 2012.40')

Lunedì 3 Aprile: 
21.30 Qui vive –  M. Tardieu (Fra, 2014.83')

Martedì 4 Aprile: 
21.30 Pauline s'arrache – E.Brisavoine (Fra, 2015. 88')

 

"La bataille de Solférino" di Justine Triet

 

Siamo a Parigi, è il 6 maggio 2012 e la città si ammassa in Rue de Solférino per attendere l'esito delle elezioni presidenziali. Laetitia è una giornalista televisiva con due bambine piccole e un ex compagno da dover gestire, Vincent, fumettista il cui unico desiderio è vedere le proprie figlie. Quando Laetitia è costretta a lasciare le bambine a un giovane babysitter per recarsi a Solférino e seguire la diretta dell'elezione, Vincent si presenta a casa sua brandendo una lettera del giudice che lo autorizza a vedere le figlie. Da questo momento nulla va come dovrebbe andare, facendo precipitare i due protagonisti in una lite per la supremazia, alla disperata conquista di diritti che entrambi pretendono di avere. 

Justine Triet riesce a spaccare in due l'opinione dello spettatore tanto quanto lo era la Parigi di cinque anni fa, nel periodo delle elezioni. Racconta una battaglia che non si limita ai grandi movimenti politici, ma sposta il focus all'interno di una famiglia disastrata, mostrando retroscena violenti e personaggi nevrotici descritti con familiare crudezza. Sarà poi compito dello spettatore decidere da che parte stare. 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.