Davide Manuli ci racconta il suo cinema (da oggi al Kino): “Faccio western con marziani e tute Adidas: l’importante è disorientare”

Davide Manuli al Kino Un Kaspar Hauser non narrativo – al contrario di quello di Herzog – ma fortemente simbolico e perturbante. E ancora: "Beket" e l'assurdità della vita, la crisi del cinema sperimentale, l'importanza di disorientare il pubblico. Ne[…]

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS